Per le scuole

ANTICO/PRESENTE FESTIVAL DEL MONDO ANTICO XX edizione
TRA ORIENTE E OCCIDENTE. Dialoghi nel tempo
12, 13, 14 ottobre 2018

Giunge quest’anno alla  XX edizione il Festival del Mondo Antico. In calendario dal 12 al 14 ottobre, il Festival chiude le celebrazioni malatestiane  nell'anniversario della
morte di Sigismondo Pandolfo Malatesta (9 ottobre 1468)

TRA ORIENTE E OCCIDENTE. DIALOGHI NEL TEMPO è il titolo dell’edizione che ha al centro un tema di ampio respiro quale   quello   del   rapporto   tra   Occidente   e   Oriente   attraverso   tutta   la   storia   europea. Rapporto che connota anche l'epoca di Sigismondo, personaggio simbolo di un mondo che, alla metà del Quattrocento, si accingeva a cambiare radicalmente. L'argomento-guida   sarà   affrontato   da   molteplici   punti   di   vista,   sempre   con   uno sguardo   diacronico   sul   panorama   internazionale.   Fra   storia,   letteratura,   filosofia, archeologia,   arte,   antropologia,   religione,   economia...   gli   incontri   vedranno   il coinvolgimento di importanti studiosi italiani e stranieri.
A emergere un territorio  aperto al dialogo e all’integrazione, una sorta di corridoio fra   terra   e   mare   che   ha   visto   scorrere   genti,   commerci   e   con   essi   culture,   favorendo l’incontro fra oriente e occidente. Un ruolo che tutt’oggi il territorio riminese riveste, con l’arte dell’ospitalità come con l’aprirsi al dialogo fra le culture.

Confermando   una   prassi   che   nella   scorsa   edizione   ha   ottenuto   un   importante riscontro, il programma riserva la prima mattinata del Festival alle Scuole  con proposte
diversificate per ogni grado.

Questo il calendario:

Venerdì 12 ottobre

Castel Sismondo ore 9.30 - Al Castello con Sigismondo e Isotta

Evento riservato alla Scuola Primaria

Visita teatralizzata a cura di Gianluca Reggiani e Tamara Balducci
 

Museo della Città ore 9.30- 12.30 - Riflessi d’Oriente ...

Visite guidate riservate alla Scuola secondaria di I grado

Nella Rimini imperiale e bizantina (Domus del Chirurgo e Museo della Città)

A cura degli operatori didattici dei Musei con l’intervento degli studenti del Liceo Classico “G.Cesare-M.Valgimigli” (progetto Alternanza Scuola Lavoro)

Nella Rimini di Sigismondo (Museo della Città e Tempio Malatestiano)

A  cura   degli  operatori didattici dei Musei   con   l’intervento   degli   studenti del Liceo scientifico “A. Einstein” (progetto Alternanza Scuola Lavoro)
 

Teatro degli Atti ore 10.30 - Che cos’è Oriente? Che cos’è Occidente?

Evento riservato alla Scuola Secondaria di II grado
 
Una riflessione tra filologia, letteratura, antropologia Mario Lentano

La prenotazione è obbligatoria  e dovrà essere effettuata, sino ad esaurimento posti telefonando allo 0541.704415 (dal lunedì al venerdì ore 9-
14.00).
 
La partecipazione è a titolo gratuito.
 
 

Sabato 13 ottobre

Castel Sismondo ore 10.30 - Malatesta. Spettacolo teatrale itinerante

Riservato alla Scuola secondaria di II grado 

Ideazione e regia di Gianluca Reggiani. Con G. Reggiani, Tamara Balducci, Mirco Gennari
 
Prenotazione: 0541.704415
Biglietto 10 euro. Gratuito per i docenti
 
Alle scuole di ogni ordine e grado è indirizzato il laboratorio ispirato alla mostra “OLTRE GLI SGUARDI. Istantanee etnografiche dai depositi del Museo degli Sguardi di
Rimini”:
un'attività  multidisciplinare   e   interdisciplinare   di   tipo   etnografico,   artistico, educativo,   che   parte   da   un’indagine   conoscitiva   e   creativa   dei   manufatti   e   dei   loro significati.
 
Questa la proposta:

PALI DI TOTEM. Educazione e Intercultura

A cura di Sonia Fabbrocino
Durata: 2 h
Costi: euro 4,00
 
Destinatari: Scuole di ogni ordine e grado
Il laboratorio parte da un’indagine conoscitiva e creativa dei manufatti e dei loro significati per fare esperienza sui temi dell’interculturalità. Attraverso gli oggetti provenienti dai  paesi rappresentati nelle collezioni etnografiche, gli studenti avranno l’opportunità di scoprire e riflettere su creazioni, storie, somiglianze e differenze delle diverse culture del mondo.
Testimonianza vivente delle origini dell’umanità, gli oggetti consentono di affrontare il tema del viaggio (di esplorazione, di conquista, turistico, di emigrazione); le Arti e le loro
espressioni; la quotidianità; i rituali (magici, religiosi, performativi).

Share button