Pagine di storia riminese. L’epigrafe ebraica del 1510

Conferenze

ANTEPRIMA

La Sala del Giudizio del Museo della Città ospiterà alle ore 11.00 l’incontro "Pagine di storia riminese. L’epigrafe ebraica del 1510", in occasione dell’inserimento nel percorso museale dell’epigrafe dedicatoria in ebraico a memoria della costruzione di una Sinagoga a Rimini agli inizi del XVI secolo.

L’iniziativa, in collaborazione con Italia Nostra – Rimini è a cura di Mauro Perani professore Ordinario di Ebraico presso il Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna, a Ravenna.

Traduzione italiana
E questa pietra sia
a testimonianza che fu consacrata al Signore
questa casa nell’anno: E ricostruiranno
dei figli di stranieri [1510] le tue mura (Is. 60,10).

L’epigrafe è scolpita in una bellissima grafia ebraica di tipo ashkenazita, con caratteri squadrati e spigolosi, incisi con tagli convergenti al centro, in stile gemmato, e tratti delle lettere a forma romboidale, con piccoli cerchi tondi di abbellimento. Per indicare la data l’estensore del testo usa  un versetto di Isaia 60,10 in particolare, la parola Nekar, “straniero”, le cui tre lettere NKR hanno rispettivamente i valori numerici 50+20+200 che sommati danno la data ebraica [5]270 equivalente all’anno cristiano 1510. Sono poche le iscrizioni dedicatorie di sinagoghe così antiche e fra esse quella per la sinagoga di Trani del 1246/47. L'epigrafe fu rinvenuta in uno scavo presso il Tempio malatestiano nell'anno 1760 circa.
L'iniziativa è stata possibile grazie anche al contributo di Italia Nostra Rimini
Mauro Perani